X

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

25-06-2016Legge n. 112 - 22 giugno 2016

Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare.  (G.U. 24 giugno 2016)

10-06-2016Tribunale Modena – 26 maggio 2016

ritenendo sussistere i requisiti della preesistenza del credito, dell’eventus damni e del consilium fraudis, dichiara l’inefficacia nei confronti del creditore del conferimento in un Trust dei beni immobili, compiuto dal fidejussore.

disponibile in area riservata
10-06-2016Commissione Tributaria Provinciale Milano – 20 maggio 2016

l’istituzione di un trust non può essere parificata ad un negozio tipico di donazione in quanto l’effetto traslativo non è immediato ma è differito nel tempo, con la conseguenza che i presupposti impositivi si potranno individuare soltanto nel momento dell’effettivo trasferimento di ricchezza al beneficiario. La commissione conclude per l’applicazione dell’imposta di registro e ipo-catastale in misura fissa.

disponibile in area riservata
10-06-2016Commissione Tributaria Regionale Milano – 13 maggio 2016

in riferimento ad un trust con finalità liquidatorie, non ritiene ravvisabile un vincolo di destinazione tassabile con l' imposta sulle donazioni, in quanto al Trustee è concessa la più ampia facoltà di operare con piena autonomia nell'interesse di terzi e il beneficiario è titolare di una mera aspettativa –  non indice di effettiva e attuale capacità contributiva - che non gli consente di conseguire la titolarità dei beni e diritti segretati nel trust.

disponibile in area riservata
10-06-2016Tribunale Ancona – 11 maggio 2016

afferma che i diritti di Equitalia sono stati lesi dal comportamento del debitore, il quale, al fine di sottrarre i propri cespiti immobiliari ad una probabile futura esecuzione, ha  conferito la propria azienda – della quale faceva parte anche il complesso immobiliare di cui è causa - ad una società terza, società a sua volta confluita in un Trust istituito dal medesimo debitore. A ciò si aggiunga la preesistenza del debito e la sussistenza della consapevolezza in capo al debitore di ledere gli interessi del creditore. Conclude dichiarando l’inefficacia ex art. 2901 c.c. degli atti di disposizione compiuti.

disponibile in area riservata
10-06-2016Tribunale Pesaro – 12 aprile 2016
(in De Jure) i fidejussiori, propongono opposizione a decreto ingiuntivo eccependo come le esigenze della parte creditrice, erano garantite dall’esistenza in suo favore di un trust liquidatorio della società, debitrice principale. Il giudice, nel respingere l’opposizione, rileva che l’esistenza del trust, non ha fatto venir meno l’interesse del creditore ad agire in via monitoria e che, non essendo stato istituito nell’esclusivo interesse del creditore opposto, quanto in esso conferito era insufficiente a soddisfare detto credito, stante il concorso con altri creditori.
disponibile in area riservata
08-06-2016Parlamento europeo - 8 giugno 2016
Norme contro determinate pratiche di elusione fiscale. Risoluzione legislativa del Parlamento europeo dell'8 giugno 2016 sulla proposta di direttiva del Consiglio recante norme contro le pratiche di elusione fiscale che incidono direttamente sul funzionamento del mercato interno (COM(2016)0026 - C8-0031/2016-20166/0011(CNS)). (trust pag. 23)
23-05-2016Tribunale Roma – 19 maggio 2016

la moglie, erede del debitore defunto, al momento in cui ha istituito il Trust ed ha compiuto i relativi atti di conferimento, non aveva consapevolezza alcuna della propria esposizione debitoria e quindi della loro potenziale portata lesiva. La mancata prova della conoscenza del debito esclude la revocabilità degli atti dispositivi.

disponibile in area riservata
23-05-2016Tribunale Livorno, sezione fallimentare – 13 aprile 2016

(in De Jure) respinge l’opposizione al concordato preventivo, non ritenendo sussistere un’incompatibilità con il trust istituito il cui scopo era quello di vincolare il bene ivi conferito al concordato.

disponibile in area riservata
23-05-2016Tribunale Lucca – 8 aprile 2016

(in De Jure) osserva che il trust istituito dal fidejussore non è non riconoscibile né nullo, in quanto la finalità di preparare il passaggio generazionale nell’amministrazione e nella titolarità del patrimonio familiare, assicurando la continuità nella gestione di tale patrimonio per un tempo pari alla durata del Trust, la valorizzazione dei beni conferiti e il loro utilizzo in funzione dei bisogni della famiglia e della prole, non è in astratto un fine illecito o non meritevole di tutela. Ritiene però sussistere le condizioni dell’articolo 2901 c.c. trattandosi di atto dispositivo a titolo gratuito successivo al sorgere del credito e il disponente era consapevole del fatto che l’atto di dotazione patrimoniale pregiudicava le ragioni creditorie.

disponibile in area riservata
23-05-2016Tribunale di Massa – 22 marzo 2016

(in De Jure) rileva come la giurisprudenza di merito sia ormai definitivamente orientata verso il riconoscimento della revocabilità dell’atto di conferimento in un trust, trattandosi di atto dispositivo idoneo a produrre eventi lesivi del ceto creditorio. Conclude per la sussistenza dei requisiti dell’articolo 2901 c.c. avendo il fidejussore conferito nel trust, posteriormente al sorgere del credito, tutti i beni immobili di sua proprietà, con la consapevolezza di ledere le ragioni dei creditori così creando una maggiore difficoltà o incertezza nell’esenzione del credito.

disponibile in area riservata
23-05-2016Commissione Tribunale Regionale Milano – 17 marzo 2016

osserva che nessun effetto traslativo si verifica fra il disponente e il trustee al momento della istituzione del trust, fatto questo differito al momento del conferimento dei beni ai beneficiari. Ne consegue che vanno applicate l’imposta di registro e le imposte ipo-catstali in misura fissa, in quanto l’imposizione proporzionale avrà luogo al momento delle attribuzioni patrimoniali ai beneficiari.

disponibile in area riservata
20-05-2016Legge n. 69 - 4 maggio 2016

Ratifica ed esecuzione del Protocollo che modifica la Convenzione fra la Repubblica italiana e la Confederazione Svizzera per evitare le doppie imposizioni e per regolare talune altre questioni in materia di imposta sul reddito e sul patrimonio, con Protocollo aggiuntivo, conclusa a Roma il 9 marzo 1976, cosi' come modificata dal Protocollo del 28 aprile 1978, fatto a Milano il 23 febbraio 2015 ( pubblicata in G.U. n.115 del 18 maggio 2016)

16-05-2016Dipartimento Ragioneria generale dello Stato - 11 maggio 2016

Relazione tecnica su A.S. 2232, disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone affette da disabilita' grave prive di sostegno familiare. Verifica positiva.

12-05-2016Tribunale Pistoia – 9 maggio 2016
in sede di cessazione degli effetti civili del matrimonio, rileva che il trust istituito dal padre per le necessità del primogenito e del secondo figlio avuto dalla seconda compagna, ha avuto in realtà il solo fine di far apparire la propria situazione patrimoniale meno florida del reale e di proteggere il proprio patrimonio dal rischio di azioni esecutive dei creditori, senza alcuna reale cessione delle quote societarie tenuto conto che il trustee è uno stretto familiare del disponente e il guardiano è il legale di fiducia. Tesi questa avvalorata dalla circostanza che, sebbene il trust sia stato istituito per far fronte ad una pluralità di esigenze (tutela della salute psicofisica del disponente e tutela della prole nata e nascitura), non è stato erogato alcun contributo ai beneficiari.
disponibile in area riservata
Altre pagine:
22-06-2016Frode fiscale e usura spingono il nuovo reato di autoriciclaggio
Il Sole 24 Ore - mercoledì 22 giugno 2016
21-06-2016Fisco, evasione e bancarotta: sequestrati 5 mln beni a imprenditore romano
Repubblica - martedì 21 giugno 2016
19-06-2016Un magnifico paradiso americano
Sputniknews - domenica 19 giugno 2016
19-06-2016Sui redditi si applica l'Ires
Il Sole 24 Ore - domenica 19 giugno 2016
19-06-2016Trust e patti fiduciari: il Fisco dà una mano alla tutela dei disabili
Il Sole 24 ore - domenica 19 giugno 2016
17-06-2016Con il patto fiduciario patrimonio separato
Il Sole 24 Ore - venerdì 17 giugno 2016
17-06-2016Atto pubblico per il trust a favore dei disabili gravi
Il Sole 24 Ore - venerdì 17 giugno 2016
16-06-2016Gli Agnelli riformano la Sapaz (51,4% di Exor): apertura a trust e fiduciarie
Calcio e finanza - giovedì 16 giugno 2016
16-06-2016M5S: «Numeri e ragioni del nostro no al “dopo di noi”»
Il Sole 24 Ore - giovedì 16 giugno 2016
16-06-2016“Dopo di noi”, cosa prevede la nuova norma sulla disabilità grave
Formiche.net - giovedì 16 giugno 2016
14-06-2016Dopo di noi... Noi. Incontro e confronto sulla proposta di legge e sui progetti realizzabili a favore dei cittadini affetti da grave disabilità
Ascolta il Convegno

Radio Radicale - martedì 14 giugno 2016
14-06-2016Disabili, è legge il «Dopo di noi» Quando i genitori non ci saranno più
Corriere della sera - martedì 14 giugno 2016
14-06-2016"Dopo di noi", via libera alla legge per i disabili
Agi - martedì 14 giugno 2016
14-06-2016La Camera approva la prima normativa sul “Dopo di noi”. Pd: «È legge di dignità e speranza». Resta il no del M5S. Stimati almeno 150mila beneficiari
Il Sole 24 Ore - martedì 14 giugno 2016
14-06-2016Assistenza ai disabili, il 'Dopo di noi' è legge
L'Espresso - martedì 14 giugno 2016
Altre pagine: