X

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

25-05-2017Tribunale Brescia - 13 aprile 2017

Non sussiste il periculum in mora quando l'atto istitutivo di un trust irrevocabile prescrive che il trustee non alieni la partecipazione societaria segregata nel trust prima del 16 luglio 2020 e non effetti alcuna anticipazione ai beneficiari di età inferiore a 35 anni (nella specie, i beneficiari erano minori) e il trustee sia una società fiduciaria appartenente a un gruppo bancario di primaria importanza.

disponibile in area riservata
09-05-2017Corte Suprema di Cassazione, Sezioni Unite ordinanza - 26 aprile 2017
Posto che, ai sensi degli artt. 3 e 25 del Regolamento CE n. 1346/2000, i giudici dello Stato membro nel cui territorio sia stata avviata una procedura d’insolvenza hanno giurisdizione anche sui convenuti aventi sede o domicilio in un altro Stato membro qualora l’azione contro di essi proposta sia qualificabile come direttamente derivante dalla procedura d’insolvenza e ad essa strettamente connessa, sussiste la giurisdizione italiana in ordine all’azione revocatoria fallimentare esperita dal curatore di un fallimento dichiarato in Italia avverso il conferimento di una società portoghese in un trust il cui trustee ha sede a Malta, in quanto tale azione si qualifica come direttamente derivante da una procedura d’insolvenza e ad essa strettamente connessa.
disponibile in area riservata
09-05-2017Tribunale Trento - 24 aprile 2017
All’erede che sia affittuario delle porzioni di fondi rustici comprese nella massa ereditaria e che, alla scadenza del contratto di affitto, abbia manifestato ai coeredi la volontà di acquistare tali porzioni ai sensi degli artt. 4 e 5 della l. n. 97/1994 non è opponibile il trust istituito dal fratello coerede sulle porzioni comprese nella propria quota, in quanto l’acquisto si è verificato alla data, anteriore all’istituzione del trust, della notificazione del deposito del prezzo presso un istituto di credito.
disponibile in area riservata
09-05-2017Tribunale Lucca - 19 aprile 2017
È riducibile la disposizione testamentaria mediante la quale il de cuius lascia al coniuge, in qualità di trustee, il proprio residuo patrimonio, pretermettendo le due figlie, a favore di ciascuna delle quali il trust prevede esclusivamente il versamento di una esigua somma di denaro.Il conferimento dei beni in trust non è inquadrabile nell’istituto della donazione e dunque non se ne può tenere conto in sede di riunione fittizia.
disponibile in area riservata
09-05-2017Tribunale Pavia - 5 aprile 2017
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento di un bene immobile in un trust familiare posto in essere dal disponente, fideiussore verso la banca creditrice agente in revocatoria a favore di una s.r.l., successivamente al sorgere del credito, dovendo l’eventus damni ritenersi in re ipsa e desumendosi la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita di tale trust, dalla qualità di socio ed amministratore della società debitrice principale ricoperta dal disponente e dalla vicinanza cronologica tra il fallimento della medesima società e il conferimento in trust. Il disponente, il trustee ed il beneficiario sono litisconsorti necessari nel giudizio per la revocatoria ex art. 2901 cod. civ. del conferimento in trust, in quanto hanno stipulato l’atto istitutivo.
disponibile in area riservata
08-05-2017Corte Suprema di Cassazione, II sezione penale n.18295 - 31 marzo 2017
(in De Jure) L’istituzione di un trust e il relativo conferimento di beni, nella misura in cui importano l’attribuzione al trustee di una proprietà temporanea, determinano il sorgere di una situazione patrimoniale nuova, astrattamente idonea a provocare un evento pregiudizievole sia per il disponente che per i suoi eredi, con conseguente configurabilità del delitto di circonvenzione di persone incapaci di cui all’art. 643 cod. pen.
disponibile in area riservata
08-05-2017Corte Suprema di Cassazione, II sezione civile n. 8530 - 31 marzo 2017
Risponde di manipolazione operativa del mercato il disponente di due trust nei quali è complessivamente conferita una partecipazione prossima al 20% del capitale sociale di una s.p.a. e ai quali sono riconducibili condotte comportanti un anomalo mantenimento dell’andamento del prezzo delle azioni di tale società, poiché le predette condotte sono imputabili al disponente, come desumibile dal rapporto fiduciario tra il disponente ed il trustee, dal fatto che il trustee non è un esperto della finanza, dalla sussistenza di un interesse del gruppo industriale riferibile al disponente a sostenere il prezzo delle azioni della suddetta società e dall’oggettiva continuità della gestione operata dai trust anche nel periodo successivo alle dimissioni del disponente dall’ufficio di trustee.
disponibile in area riservata
08-05-2017Corte Suprema di Cassazione, II sezione civile n. 8529 - 31 marzo 2017
Non è configurabile in capo al disponente, guardiano e beneficiario unico del trust fino al 2003, un obbligo ex art. 114, co. 5, TUF di rendere pubblico il numero delle azioni di una determinata società da egli conferite in trust, non rivestendo il disponente, al momento della richiesta da parte della Consob (2011), alcuna delle qualifiche indicate da detta norma e trattandosi di una notizia risalente nel tempo e dunque non più necessaria per l’informazione tempestiva del pubblico degli investitori. La richiesta di notizie ex art. 114, co. 5, TUF da parte della Consob può avere quale destinatario solo il trustee.
disponibile in area riservata
08-05-2017Tribunale Latina, ordinanza - 30 marzo 2017
Il trustee di un trust autodichiarato non può stare in giudizio se non con l’assistenza di un difensore, salvo che si tratti di causa pendente dinanzi al giudice di pace e il cui valore non eccede un milione di lire, ai sensi dell’art. 82 c.p.c.
disponibile in area riservata
08-05-2017Corte d’Appello Torino - 29 marzo 2017
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il trust familiare autodichiarato istituito su beni immobili dal disponente, fideiussore di una s.r.l. verso la banca creditrice agente in revocatoria, successivamente al sorgere del credito, dovendo l’eventus damni ritenersi in re ipsa e desumendosi la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione del carattere autodichiarato di tale trust, dalla duplice circostanza che il disponente ha rilasciato la fideiussione e l’ha successivamente confermata con dichiarazione in cui si dà atto della proroga del finanziamento a favore della società debitrice principale e che il disponente stesso è genitore dell’amministratore di tale società, anche quest’ultimo garante. In caso di azione revocatoria relativa a un trust autodichiarato, la citazione in giudizio del soggetto che riveste entrambe le qualità di disponente e di trustee, anche senza ulteriore specificazione, è sufficiente a far ritenere convenuto in giudizio anche il trustee.
disponibile in area riservata
08-05-2017Tribunale Rieti - 28 marzo 2017
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il trust familiare autodichiarato avente ad oggetto beni immobili istituito dall’amministratore della società agente in revocatoria successivamente al lodo arbitrale che lo condanna al risarcimento nei confronti di detta società, desumendosi la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita di tale trust, in re ipsa e ravvisandosi l’eventus damni nella circostanza che il disponente si è spogliato di tutti i propri beni immobili.
disponibile in area riservata
08-05-2017Commissione Tributaria Regionale Roma - 21 marzo 2017
(in MEF) Il conferimento di denaro in un trust per scopi caritatevoli sconta l’imposta di cui all’art. 2, co. 47, l. n. 286/2006, in quanto tale imposta è istituita sugli atti costitutivi di vincoli di destinazione e il trust dà luogo ad un simile vincolo anche se trattasi di trust opaco, cioè con beneficiari non individuati. L’avviso di liquidazione dell’imposta di cui all’art. 2, co. 47, l. n. 286/2006 è legittimamente emesso nei confronti del disponente.
disponibile in area riservata
08-05-2017Commissione Tributaria Provinciale Roma - 27 gennaio 2017
(in De Jure) L’atto di trasformazione ex art. 2498 e ss. cod. civ. di una s.r.l. in un trust irrevocabile per beneficiari non è soggetto all’imposta sulle successioni e donazioni, in quanto integra una trasformazione eterogenea, in cui la modifica del soggetto titolare dei beni e dei rapporti giuridici non determina l’arricchimento patrimoniale a titolo di liberalità che costituisce il fondamento di tale imposta.
disponibile in area riservata
08-05-2017Corte Suprema di Cassazione, IV sezione penale n. 6658 - 19 gennaio 2017
(in De Jure) Sono suscettibili di sequestro preventivo i beni sui quali il disponente, indagato per plurimi reati tributari commessi nell’ambito di un’associazione a delinquere, ha istituito un trust autodichiarato familiare, in quanto egli ha continuato a disporre di tali beni uti dominus, a nulla rilevando che l’incarico di trustee sia stato successivamente conferito ad una società professionale, in quanto la sostituzione del trustee è avvenuta in un periodo sospetto, cioè successivamente alla conoscenza da parte del disponente stesso delle indagini in corso.
disponibile in area riservata
08-05-2017Camera dei deputati commissioni  II e VI, proposta di parere presentata dai relatori - 4 maggio 2017 
Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo e recante modifica delle direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE e attuazione del regolamento (UE) n. 2015/847 riguardante i dati informativi che accompagnano i trasferimenti di fondi e che abroga il regolamento (CE) n. 1781/2006 (Atto n. 389).
Altre pagine:
25-05-2017Largo al favor rei sulle sanzioni
Italia Oggi - giovedì 25 maggio 2017
23-05-2017MaltaFiles, tutti i nomi degli italiani con i soldi nell'isola paradiso fiscale
L'Espresso - lunedì 22 maggio 2017
12-05-2017Corruzione, “la Ue cambi la direttiva antiriciclaggio. Più trasparenza su società di comodo per evitare nuovi scandali”
Il Fatto Quotidiano - venerdì 12 maggio 2017
08-05-2017Trust per evadere, maxisequestro a imprenditore
Lucca in diretta - lunedì 8 maggio 2017
07-04-2017Villa del Principe: l’appartamento della Principessa apre alla città
Genova 24 - venerdì 7 aprile 2017
31-03-2017Disabili. Il governo: «Dopo di noi, la legge è già operativa»
Avvenire - venerdì 31 marzo 2017
29-03-2017Agenzia delle Entrate, Direzione Regionale Emilia Romagna - 4 gennaio 2016
Trust in favore di disabile - agevolazioni legge 112/2016
29-03-2017Niente imposte se la Srl diventa un trust
Il Sole 24 Ore - mercoledì 29 marzo 2017
29-03-2017Trust al figlio disabile, prelievo ridotto
Il Sole 24 Ore - mercoledì 29 marzo 2017
28-03-2017Conclusioni Avvocato generale Corte UE - 21 dicembre 2016
Tassazione del trust su plusvalenze
22-03-2017Antiriciclaggio, dati personali da «blindare»
Il Sole 24 Ore - mercoledì 22 marzo 2017
22-03-2017Con il forfait donazioni esenti
Il Sole 24 Ore - mercoledì 22 marzo 2017
22-03-2017Garante privacy - 9 marzo 2017
Parere su uno schema di decreto legislativo volto ad attuare la direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo
15-03-2017Deiulemar, la beffa dei trust: il tesoro in mano ai bambini
Metropolis Web - mercoledì 15 marzo 2017
14-03-2017La Fondazione Santa Francesca Romana e il Trust Floridi Doria Pamphilj inaugurano il polo culturale dell’Ospitale Santa Francesca Romana
Roma Notizie - martedì n14 marzo 2017
Altre pagine: