X

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili
Antiriciclaggio (D.Lgs. 231/2007): manuale delle procedure per gli studi professionali (trust, pag. 37)
La quarta direttiva antiriciclaggio e le principali novità per il professionista
circa la possibilità per l’iscritto all’ordine dei commercialisti, socio di maggioranza e amministratore delegato di una società commerciale, di sanare la sua posizione di incompatibilità conferendo la partecipazione sociale – pur mantenendo la carica di amministratore delegato - in un trust istituito a favore dei propri familiari e nominando un terzo quale trustee. Necessità di ulteriori verifiche da parte del Consiglio dell’Ordine circa l’assenza in capo all’iscritto di un reale interesse economico prevalente nella società in cui svolge l’incarico di amministratore delegato.
L'obbligo di rendiconto del trustee
Trust e immobili ICI - agevolazioni esenzioni
 La rappresentazione contabile della gestione dei beni in trust
Il beneficiario individuato nei trust ai fini delle imposte sui redditi: nozione ed effetti.
La variabilità della posizione beneficiaria individuata nei  trust ai fini delle imposte sui redditi