25-05-2015Tribunale Siena - 22 maggio 2015
accoglie la domanda per revocatoria ordinaria promossa dal fallimento ed avente ad oggetto il conferimento di beni immobili compiuto dai propri amministratori – già convenuti in un autonomo giudizio di risarcimento del danno per mala gestio promosso dalla medesima società fallita -  in favore di due distinti trust. Il giudice afferma che la tutela revocatoria è operativa anche in caso di credito litigioso; che il conferimento in un trust è atto dispositivo a titolo gratuito che comporta maggiori difficoltà nell’esazione coattiva del credito e che nel caso in esame gli atti di disposizione sono stati compiuti posteriormente rispetto all’insorgere del credito da tutelare.
25-05-2015Tribunale Milano - 20 maggio 2015
accoglie la domanda per revocatoria ordinaria promossa dal creditore nei confronti del fidejussore che ha conferito in un trust i propri beni immobili. Osserva come sia incontestata la sussistenza del credito all’atto dell’assunzione della fidejussione; come il conferimento in trust abbia reso grandemente difficoltoso il recupero forzoso del credito, e come il convenuto, già Presidente del Consiglio di Amministrazione del debitore principale, non potesse ignorare la situazione di difficoltà finanziaria. Rigetta invece la domanda di simulazione del trust essendo stato istituito per soddisfare le esigenze dei beneficiari - indicati nei familiari del disponente e nello stesso disponente -; e osserva che la mancanza di un Guardiano non inficia l’atto di trust e che il potere di revoca del trustee è stato attribuito a soggetti diversi rispetto al disponente.
disponibile in area riservata
25-05-2015Tribunale Amministrativo Regionale Lazio - 8 maggio 2015
dichiara improcedibile la domanda tesa ad ottenere la declaratoria dell’illegittimità del silenzio tenuto dal Prefetto di Roma in relazione al mancato aggiornamento dell’informativa interdittiva antimafia. Nel caso in esame la società ricorrente, successivamente all’adozione del provvedimento interdittivo antimafia ed al fine di determinare la totale separazione tra i soggetti proprietari delle azioni e la gestione dell’attività della società per la prosecuzione dell’attività in Italia, ha istituito un blind trust con nomina di un Trustee e di un Controllore.  Osserva il Tribunale che gli inadempimenti compiuti dalla Società, il trasferimento di somme nel conto corrente estero della casa madre nonostante il debito erariale maturato, sono indice che il blind trust sia un mero schermo fittizio che non ha assolto alle funzioni per il quale era stato istituito.
disponibile in area riservata
25-05-2015Tribunale Forlì - 20 febbraio 2015
accoglie la domanda riconvenzionale di nullità del trust, promossa nei confronti dell’attrice, trustee di un trust avente funzione liquidatoria. Il giudice osserva che il trust in questione non persegue alcuno scopo meritevole di tutela e che il suo programma negoziale sia insussistente. Rileva che il trust liquidatorio così come è stato istituito appare in contrasto con le norme in materia di liquidazione societaria; manca di una precisa regola che garantisca i creditori della società conferente; il trustee gode di una discrezionalità più ampia rispetto a quella che per legge, compete all’assemblea dei soci ed al liquidatore; il trust non pare apportare alcuna utilità aggiuntiva rispetto alla normale procedura di liquidazione  realizzando  un conflitto di interessi. La coincidenza nella medesima persona del Guardiano e del Beneficiario finale; l’esclusione di qualsiasi potere del Guardiano di agire bei confronti del Trustee; la strana clausola che attribuisce al Beneficiario finale di revocare il Guardiano e quindi di revocare sé stesso, sono ulteriori indizi a conferma di un scopo “recondito” rispetto allo scopo liquidatorio.
disponibile in area riservata
20-05-2015Dipartimento del tesoro - 20 maggio 2015
Antiriciclaggio, trovato l’accordo per la IV Direttiva UE
19-05-2015Tribunale Monza - 13 maggio 2015
respinge l’opposizione avverso l’iscrizione ipotecaria effettuata da Equitalia su un immobile conferito dall’attore in un trust auto dichiarato e osserva che l’iscrizione ipotecaria non costituisce atto di espropriazione forzata né confligge con l’effetto segregativo e con lo scopo del Trust. Rileva che detto Trust è stato costituito in frode ai diritti dei creditori, il programma negoziale, infatti, realizza in concreto la mera segregazione del bene, non essendosi prodotto alcun effetto traslativo. Il Giudice conclude affermando la inesistenza del Trust auto dichiarato dell’attore, richiamando la regola “ donner et retenir ne vaut” – contenuta nell’articolo 2 della Convenzione dell’Aja.
disponibile in area riservata
19-05-2015Tribunale Milano - 6 maggio 2015
dichiara la nullità di un precetto notificato dal trustee di un Trust nei confronti della società convenuta, in quanto l’atto di precetto fa riferimento ad un titolo esecutivo ottenuto da altra società – che aveva trasferito l’intero patrimonio societario nel trust -  nei confronti della convenuta. Il Giudice ritiene che la nullità del precetto trova causa nella mancata coincidenza fra titolare della pretesa e soggetto che agisce in via esecutiva e per mancata indicazione del rapporto successorio che legittimerebbe il precettante a far valere il diritto.
disponibile in area riservata
19-05-2015Tribunale Bologna - 23 aprile 2015
accoglie l’azione revocatoria promossa dal fallimento e avente ad oggetto il trust istituito dal proprio consigliere e amministratore delegato già convenuto in autonomo giudizio di risarcimento del danno promosso dalla medesima società fallita e rileva, ai fini dell’applicabilità dell’articolo 2091 c.c. che sia sufficiente un credito eventuale, quale è il credito litigioso. La sussistenza dell’eventus damni - il convenuto ha trasferito nel trust la totalità dei cespiti immobiliari di sua appartenenza; la gratuità del trust che è stato peraltro istituito pochi mesi dopo la dichiarazione di fallimento, convincono il giudicante in ordine alla fondatezza della domanda.
disponibile in area riservata
19-05-2015Tribunale Bologna - 24 marzo 2015
rigetta l’azione revocatoria promossa dai venditori di un immobile nei confronti del proprio acquirente debitore del residuo prezzo e avente ad oggetto il trust da questi istituito anteriormente all’acquisto conferendovi immobili di sua proprietà. Il giudice ritiene non provata la dolosa preordinazione del trust al fine di pregiudicare il soddisfacimento delle ragioni creditorie.
disponibile in area riservata
13-05-2015RAI Parlamento, edizione del 12 maggio 2015
RAI Parlamento del 12-05-2015

Trust e il progetto "Dopo di Noi"

12-05-2015Commissione Tributaria Provinciale Forlì - 10 novembre 2014
respinge il ricorso proposto dal trustee avente ad oggetto l’avviso di liquidazione dell’imposta ipotecaria in misura proporzionale relativa agli immobili conferiti in Trust ed afferma che è irrilevante l’identità fra il disponente e il futuro beneficiario  e che si è realizzato il momento impositivo.
disponibile in area riservata
12-05-2015Commissione Tributaria Provinciale Sondrio - 23 febbraio 2015
(in Il Fisco.it) accoglie il ricorso proposto avverso gli avvisi di liquidazione delle maggiori imposte ipotecarie e catastali richieste in relazione all’atto di istituzione del Trust. Afferma che il trustee, pur essendo proprietario dei beni trasferiti dal disponente, non può disporre se non nei limiti convenuti nel Trust, non verificandosi pertanto alcun incremento al proprio patrimonio; rileva inoltre che i beni non sono nella disponibilità dei beneficiari in quanto tale disponibilità sarà effettiva solo al termine del Trust. Ne consegue che l’imposta ipotecaria e catastale in misura proporzionale potrà essere applicata solo quando i beneficiari accetteranno ed entreranno in possesso dei beni, in quanto solo allora si determinerà l’incremento della loro ricchezza patrimoniale che è il presupposto della reale capacità contributiva.
disponibile in area riservata
12-05-2015Tribunale Monza, ordinanza - 5 maggio 2015
dichiara la giurisdizione del giudice italiano ed afferma che la deroga contenuta nell’atto di trust in favore del Corte di Jersey (Isole del Canale) trovi applicazione esclusivamente fra i soggetti del Trust ed inerenti ai loro diritti ed obblighi, non potendo in alcun modo vincolare soggetti terzi del Trust, principio questo peraltro confermato anche dalla stessa Court of appeal di Jersey (14 novembre 2002, Koonmen v. Benders) che ha affermato che  la presunzione di efficacia della clausola di proroga della giurisdizione  ha efficacia solo nei confronti del disponente e di ogni eventuale beneficiario. 
disponibile in area riservata
05-05-2015Tribunale Milano - 24 aprile 2015
accoglie la domanda di revocatoria ordinaria promossa dalla banca creditrice nei confronti del fideiussore di una società. Il garante aveva conferito in un trust autodichiarato, istituito successivamente al sorgere del credito, l’unico compendio immobiliare di cui era titolare. Il giudice ritiene sussistere le condizioni previste dall’articolo 2901 c.c. affermando altresì che il trust autodichiarato così istituito dal debitore abbia anche un carattere abusivo con lo scopo di frustare le pretese dei creditori in quanto i disponenti erano sia trustee che beneficiari e non era prevista la figura del guardiano.
disponibile in area riservata
04-05-2015Commissione Tributaria Provinciale Savona - 20 febbraio 2015

(in Il Fisco.it) rigetta il ricorso avverso l’avviso di liquidazione dell’imposta ipotecaria e catastale in misura proporzionale relativo all’atto istitutivo di un trust in cui sono stati conferiti immobili e che vede quali beneficiari finali la moglie del disponente e gli eventuali figli legittimi. Il giudice osserva che sebbene con la costituzione del trust non si verifichi un immediato arricchimento del beneficiario ma solo una segregazione dei beni devoluti in trust, tuttavia la disposizione contenuta nel comma 49 dell’articolo 2 del D.L. n.262 del 2006 si riferisce al momento della costituzione del vincolo di destinazione e quindi, in relazione al trust, al momento della segregazione dei beni e non al momento della devoluzione finale. 

disponibile in area riservata
Altre pagine:
21-05-2015Conflitto di interessi, il 22 giugno alla Camera
La Repubblica - giovedì 21 maggio 2015
12-05-2015Ministero Economia e Finanze, decreto - 10 aprile 2015
Individuazione degli Stati extracomunitari e dei territori  stranieri che impongono obblighi equivalenti a quelli previsti dalla direttiva 2005/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 ottobre 2005 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attivita' criminose e di finanziamento del terrorismo e che prevedono il  controllo del rispetto di tali obblighi. (GU n.108 del 12-5-2015)
10-05-2015L'ascesa di Volpi, corsa senza freni da Carige a Eataly
La Repubblica - domenica 10 maggio 2015
08-05-2015Il Pd punta su diritti civili e conflitto interessi
Il Sole 24 Ore - venerdì 8 maggio 2015
08-05-2015Conflitto d'interessi, la legge in esame prevede blind trust oltre i 15 milioni
Il Messaggero - venerdì 8 maggio 2015
06-05-2015"Il trust nel dopo di noi": venerdì una conferenza alla sala Muratori della Classense
Adnkronos.com - mercoledì 6 maggio 2015
06-05-2015"Il Trust nel dopo di noi" una conferenza sulla protezione legale nell'eredità
Ravenna Notizie - mercoledì 6 maggio 2015
06-05-2015Controlli GdF su 50 trust company. Contestati evasione e riciclaggio
Il Sole 24 Ore - mercoledì 6 maggio 2015
05-05-2015Trust Giacomini, tribunali spaccati sugli stessi reati
Repubblica.it - martedì 5 maggio 2015
05-05-2015San Marino. Istituto del Trust: il Titano fa scuola allo Stivale. Lupoi: “I trust in Italia stanno cambiando legge scegliendo quella sammarinese”
Giornale San Marino - martedì 5 maggio 2015
05-05-2015Approfondimento Trust. Magistrato Dirigente San Marino Dott.ssa Valeria Pierfelici: ”Perché la Corte dei Trust e perché la Corte dei Trust a San Marino?”
Giornale San Marino - martedì 5 maggio 2015
05-05-2015La Corte per i trust di San Marino attiva dal novembre 2014 e con giudici internazionali
Giornale San Marino - martedì 5 maggio 2015
05-05-2015Presentato alla stampa il simposio sul trust
San Marino Notizie - martedì 5 maggio 2015
05-05-2015Trust, San Marino fa scuola all'Italia: il 22 e 23 maggio il Simposio. La Serenissima
Libertas - martedì 5 maggio 2015
05-05-2015Successioni senza sorprese. San Marino capitale del trust
Il Resto del Carlino - martedì 5 maggio 2015
Altre pagine: