01-07-2015Disegno di legge n. 3201 (Renzi, Padoan, Orlando) - 27 giugno 2015
Conversione in legge del decreto-legge 27 giugno 2015, n. 83, recante misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell’amministrazione giudiziaria. (relazione articolo 12 del D.L. n. 83/2015)
01-07-2015Decreto legge n. 83 - 27 giugno 2015
Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell’amministrazione giudiziaria. (articolo 12, modifiche al codice civile, dell’espropriazione di beni oggetto di vincoli di indisponibilità o di alienazione a titolo gratuito)
30-06-2015Corte Suprema di Cassazione, VI sezione civile - 23 giugno 2015 n.13004

rigetta il ricorso proposto dall’Agenzia delle Entrate avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale che aveva ritenuto corretta l’applicazione da parte del Notaio dell’imposta ipotecaria e catastale in misura fissa in riferimento ad atti istitutivi di trust per i quali, secondo il ricorrente, si sarebbe invece dovuto ravvisare, almeno ai fini tributari, un sostanziale trasferimento di titolarità di diritti reali su beni e di ricchezza. La Corte ritiene che detto motivo sia inammissibile per difetto di autosufficienza in quanto il ricorrente non  ha specificato cosa sia stato costituito nei trust oggetto di contenzioso, quale sia lo scopo assegnato ai trust, chi sia stato designato come trustee e quali siano i beneficiari degli atti.

disponibile in area riservata
30-06-2015Tribunale Modena - 16 giugno 2015

accoglie la domanda per revocatoria ordinaria promossa dalla banca attorea ed avente ad oggetto gli atti di disposizione compiuti dai convenuti fidejussori con i quali avevano conferito beni immobili in un trust da loro istituito. Il Giudice ritiene sussistere i requisiti previsti dall’articolo 2901 c.c. e che essendo il trust atto a titolo gratuito l’onere probatorio circa la consapevolezza del pregiudizio in capo alle debitrici disponenti, possa ritenersi soddisfatto in base agli indici presuntivi costituiti dalla loro qualità di garanti dell’azienda di famiglia e dalla natura immobiliare dei beni oggetto di separazione patrimoniale con ciò che ne consegue in punto di perdita di beni potenzialmente aggredibili da parte del creditore in vista di una conversione in denaro.

disponibile in area riservata
30-06-2015Tribunale Palmi - 27 febbraio 2015

accoglie la domanda per revocatoria ordinaria promossa dalla Banca attorea avverso gli atti di disposizione ex art. 2645 ter c.c. compiuti dal convenuto fidejussore. Il giudice rileva che quanto realizzato dal debitore è un atto a titolo gratuito riconducibile al trust “auto dichiarato” in quanto il potere di gestione rimane in capo al disponente. Prosegue affermando che avverso il trust auto dichiarato sia esperibile l’azione revocatoria e che nel caso di specie sussistono i presupposti previsti dall’articolo 2901 c.c.. Respinge la tesi del convenuto secondo cui non era stato posto in essere alcun atto dispositivo ma solo un vincolo di destinazione al bene destinato ai bisogni, presenti e futuri, morali e materiali dei figli.

disponibile in area riservata
23-06-2015Tribunale Napoli - 16 giugno 2015
accoglie la domanda per revocatoria ordinaria promossa dai creditori avverso gli atti di disposizione compiuti dai fidejussori con i quali questi avevano conferito beni immobili in un trust da loro istituito. Il Giudice ritiene sussistere i requisiti previsti dall’articolo 2901 c.c. – preesistenza del credito, gratuità del conferimento, consapevolezza del debitore di ridurre la garanzia spettante ai creditori. Riconosce inoltre la giurisdizione del giudice italiano ed afferma che la clausola di proroga della giurisdizione contenuta nell’atto di trust non vincola i soggetti che rispetto al trust si pongono in posizione di terzietà.
disponibile in area riservata
16-06-2015Tribunale Arezzo - 2 dicembre 2014
(in De Jure) respinge la domanda di concordato preventivo che prevedeva fra gli altri la istituzione di un trust. Rileva come nel caso in esame l’atto di segregazione patrimoniale finisca per collocarsi al di fuori del perimetro concordatario (c.d. trust anti- concorsuale) con conseguente violazione anche dell’articolo 2740 c.c., nonchè l’assoluta genericità della proposta nella parte in cui prevede la costituzione e la esecuzione del trust non consente di ritenere la stessa compatibile con il carattere concorsuale della procedura.
disponibile in area riservata
09-06-2015Commissione Tributaria Regionale Napoli, Sezione distaccata di Salerno n. 5135 - 28 maggio 2015

il collegio accoglie l’appello proposto dall’Agenzia delle Entrate avverso la sentenza di primo grado in cui si affermava che l’atto istitutivo di trust non contemplasse alcun trasferimento di proprietà né un incremento di ricchezza assoggettabile a tassazione e dichiara la sua assoggettabilità alla imposta sulla costituzione del vincoli, nuova imposta istituita non già sui trasferimenti di beni e diritti ma sulla costituzione del vincolo in quanto tale in conformità a quanto enunciato dalla Suprema Corte di Cassazione con propria ordinanza n.3737/2015.

disponibile in area riservata
09-06-2015Commissione Tributaria Regionale Napoli, Sezione distaccata Salerno n. 5134 - 28 maggio 2015
il collegio accoglie l’appello proposto dall’Agenzia delle Entrate avverso la sentenza di primo grado in cui si affermava che l’atto istitutivo di trust non contemplasse alcun trasferimento di proprietà né un incremento di ricchezza assoggettabile a tassazione e dichiara la sua assoggettabilità alla imposta sulla costituzione del vincoli, nuova imposta istituita non già sui trasferimenti di beni e diritti ma sulla costituzione del vincolo in quanto tale in conformità a quanto enunciato dalla Suprema Corte di Cassazione con propria ordinanza n.3737/2015.
disponibile in area riservata
09-06-2015Commissione Tributaria Provinciale Milano - 11 marzo 2015

(in Il Fisco.it) accoglie il ricorso proposto dal contribuente ed afferma che il trust non ha realizzato alcun arricchimento in capo al trustee o in capo ai beneficiari, presupposto essenziale per l’applicazione dell’imposta sulle donazioni in misura proporzionale. Osserva che presupposto della tassazione è il trasferimento di ricchezza a favore di un soggetto terzo e che l’oggetto del prelievo in materia di vincoli di destinazione è costituito dall’incremento netto di ricchezza conseguito dal beneficiario dell’elargizione. Nel caso in esame invece i beneficiari del trust sono titolari di una posizione di mera aspettativa, non essendo loro consentito, al momento della istituzione del trust, ottenere i beni oggetto del medesimo.

disponibile in area riservata
05-06-2015Regolamento (UE) 2015/847 del Parlamento europeo e del Consiglio - 20 maggio 2015

riguardante i dati informativi che accompagnano i trasferimenti di fondi e che abroga il regolamento ( CE ) n. 1781/2006 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea il 5 giugno 2015)

05-06-2015Disegno di  legge n.1826 (Cuomo) - 19 marzo 2015

Introduzione del capo IX-bis del titolo III del libro IV del codice civile, recante disposizioni in materia di contratto di fiducia

01-06-2015Commissione Tributaria Regionale Milano - 10 aprile 2015
(in Il Fisco.it) accoglie l’appello proposto dall’Agenzia delle Entrate e conferma che l’atto di dotazione di un trust paga l’imposta di donazione immediatamente e non al momento in cui il trustee distribuirà il patrimonio del trust ai beneficiari. Inoltre l’atto istitutivo del trust autodichiarato paga l’imposta di donazione applicando l’aliquota dell’8%, conformemente a quanto stabilito dalla Suprema Corte con propria ordinanza n.3735 del 24 febbraio 2015.
disponibile in area riservata
01-06-2015Tribunale Bologna - 18 marzo 2015
accoglie la domanda per revocatoria ordinaria promossa dal creditore nei confronti dei fidejussori che hanno conferito in un trust i propri beni immobili. Il giudice ritiene che il trust si presti ad effetti distorti ed abusivi in frode ai creditori e che nel caso in esame vi siano i presupposti dell’articolo 2901 c.c. – sussistenza del credito anteriore alla istituzione del trust, il pregiudizio alle ragioni del creditore nonchè consapevolezza dei convenuti rispettivamente soci e amministratore della società debitrice principale, di arrecare pregiudizio agli interessi del creditore – e pertanto dichiara inefficace nei confronti della banca creditrice l’atto di costituzione del trust.
disponibile in area riservata
31-05-2015Commissione Tributaria Regionale Milano - 4 febbraio 2015

(in Il Fisco. it) accoglie l’appello proposto dal contribuente ritendendo non corretto tassare in misura proporzionale gli atti di disposizione. Nel caso in esame la persona beneficiaria attuale delle disposizioni patrimoniali è la stessa disponente e solo alla sua morte sono previsti eventuali altri beneficiari. Nel caso di eventuale trasferimento dei beni ai beneficiari finali si renderà manifesta una concreta attribuzione patrimoniale in favore di soggetti terzi che in questo modo riceveranno nuovi beni prima non ricompresi nel loro patrimonio.

disponibile in area riservata
Altre pagine:
01-09-2015Manualetto istruzioni per motore di ricerca specialistico
disponibile in area riservata
25-06-2015Voluntary: tra Gdf e Entrate no a controlli sovrapposti
Citywire.it - giovedì 25 giugno 2015
25-06-2015Conflitto interessi per la nuova Fiera il cda deve votare e il vice esce
La Repubblica - giovedì 25 giugno 2015
23-06-2015Darden Restaurants festeggia il bilancio e i piani di spin-off
Qui Finanza - martedì 23 giugno 2015
23-06-2015Un convegno a Roma per parlare di trust
Professione finanza - martedì 23 giugno 2015
20-06-2015Voluntary, domande alla GdF
Italia Oggi - 20 giugno 2015
19-06-2015Sparisce l'argenteria nella villa sequestata
Il Giornale di Vicenza - venerdì 19 giugno 2015
18-06-2015Pubblicato il documento di studio sulla voluntary disclosure redatto dall'Ordine dei dottori commercialisti di Milano in collaborazione con la Fondazione Nazionale dei dottori commercialisti
17-06-2015Montefiascone: Nel quinto “Convivio de La Commenda" a Montefiascone si parlerà dell’intervento privato nella ricerca archeologica
Occhio Viterbese.it - mercoledì 17 giugno 2015
16-06-2015La difesa di Briatore: «Il Force Blue era stato comprato per fare charter»
Il Secolo XIX - martedì 16 giugno 2015
16-06-2015Agenzia delle Entrate - 3 giugno 2015

Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi al modello per l’istanza di Collaborazione volontaria, ai sensi dell’art.1, legge 15 dicembre 2014, n. 186 e per la richiesta di protocollazione della documentazione inviata a corredo

15-06-2015Agenzia delle Entrate, comunicato stampa - 15 giugno 2015

Lotta all'evasione internazionale, prove generali per accordo Fatca. Esiti della consultazione sulle modalità per comunicare dati alle Entrate

15-06-2015Conviventi "garantiti" dai giudici
Il Sole 24 ore - domenica 15 giugno 2015
14-06-2015Dopo di noi. Promosso con riserva il testo unificato
Avvenire - domenica 14 giugno 2015
12-06-2015Divorzio del secolo, Rybolovlev pagherà 534 milioni all’ex moglie
Corriere della Sera - venerdì 12 giungo 2015
Altre pagine: