03-12-2021Agenzia Entrate - 1 dicembre 2021
Risposta ad interpello n. 796. Trust fiscalmente inesistente per ingerenza dei beneficiari nella gestione
01-12-2021Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile n.36599 – 25 novembre 2021

L’avviso di liquidazione dell’imposta di donazione sull’istituzione di trust autodichiarato ha ad oggetto un’imposta complementare, in quanto deriva da una valutazione giuridica di inquadramento del trust e del vincolo di destinazione da esso stabilito, e dunque esula dalla responsabilità solidale del notaio, così che non può essergli legittimamente notificato. 

disponibile in area riservata
01-12-2021Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile n.36598 – 25 novembre 2021

L’avviso di liquidazione dell’imposta di donazione sull’istituzione di trust autodichiarato ha ad oggetto un’imposta complementare, in quanto deriva da una valutazione giuridica di inquadramento del trust e del vincolo di destinazione da esso stabilito, e dunque esula dalla responsabilità solidale del notaio, così che non può essergli legittimamente notificato. 

disponibile in area riservata
01-12-2021Tribunale Brindisi – 24 novembre 2021

È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il vincolo di destinazione ex art. 2645-ter cod. civ. costituito dai genitori – che si erano precedentemente costituiti fideiussori di una s.r.l. verso l’istituto di credito agente in revocatoria – e dalle loro due figlie su un complesso immobiliare al fine di garantire la proposta irrevocabile d’acquisto del complesso aziendale della debitrice principale avanzata, in sede di concordato preventivo, dalla società edile: l’eventus damni sussiste in re ipsa, mentre la scientia damni in capo ai costituenti, requisito richiesto in considerazione della natura gratuita del vincolo, si desume dalla posteriorità del vincolo rispetto al rilascio delle fideiussioni e dalla qualità di socie della società edile in capo alle figlie (cui, anteriormente alla costituzione del vincolo, i genitori avevano ceduto il complesso immobiliare riservandosi il diritto di abitazione), così da far presumere l’esistenza di un disegno mirante a escludere il complesso immobiliare dall’azione esecutiva dell’istituto di credito agente in revocatoria.

disponibile in area riservata
01-12-2021Tribunale Milano, sezione specializzata imprese – ordinanza 22 novembre 2021 

La delibera con cui una holding titolare esclusivamente di una partecipazione totalitaria viene messa in liquidazione con nomina del socio di maggioranza quale liquidatore, contestualmente alla deliberazione di aumento di capitale sociale della controllata con emissione di azioni riservate a un trust – istituito dal socio di maggioranza della holding allo scopo di detenere e gestire una partecipazione societaria rilevante nella medesima controllata, il cui trustee è l’amministratore delegato della controllata e i cui beneficiari sono il socio di minoranza della holding, figlio del disponente, e l’altra figlia del disponente –, non costituisce abuso di maggioranza, in quanto il socio di minoranza della holding si ritroverà, al termine della liquidazione, socio di minoranza della controllata ed egli è pure beneficiario del trust nuovo socio della controllata medesima.

disponibile in area riservata
25-11-2021Corte d’Appello Roma - 16 novembre 2021
Sono litisconsorti necessari nel giudizio per l’annullamento dell’atto istitutivo del trust e del relativo conferimento il co-trustee e la beneficiaria finale, a nulla rivelando che il primo sia stato revocato e la seconda rimossa, in quanto la titolarità di un vero e proprio diritto di credito in capo ai beneficiari e della proprietà dei beni in trust in capo al trustee rende tali soggetti passivamente legittimati nel giudizio teso a privare di validità ed efficacia suddetti atti fin dalla loro stipula.
disponibile in area riservata
12-11-2021Corte d’Appello Roma - 12 novembre 2021
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento in un trust familiare posto in essere dal disponente, socio di una s.n.c., debitore verso la persona fisica agente in revocatoria la quale ha eseguito lavori sugli automezzi della società: l’eventus damni sussiste per avere il disponente conferito in trust tutti i propri immobili, mentre il consilium fraudis sussiste in quanto il disponente e il trustee, oltre che uniti da un rapporto familiare, sono stati soci della società (avendo così ricevuto la notifica del decreto ingiuntivo) e il disponente ha continuato a commissionare lavori all’attore anche dopo la cessione delle quote della società.
disponibile in area riservata
12-11-2021Commissione Tributaria Regionale Lazio, Roma - 28 settembre 2021
(in One Legale) La circostanza che un trust per beneficiari (i figli del disponente) nel cui fondo è una società di diritto inglese abbia quali guardiani un fratello del disponente e un uomo di fiducia (inglese) del disponente stesso, che il disponente sia amministratore di una società partecipata dalla società di diritto inglese, abbia personalmente pagato una fattura emessa nei confronti della società di diritto inglese e si sia accollato il debito garantito su un immobile appartenente alla medesima società non vale a far ritenere che i beni siano rimasti nella disponibilità del disponente e che per tanto il trust sia fittizio: di conseguenza, non può fondare una contestazione per omessa o irregolare indicazione di detto trust fra gli investimenti all'estero nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.
disponibile in area riservata
12-11-2021Commissione Tributaria Regionale Lazio, Roma - 27 settembre 2021
(in One Legale) Il conferimento di immobili in un trust a favore del figlio minore della disponente, con trustee il padre della disponente, con durata fino alla fine del 2031 ed efficacia sospensivamente condizionata alla premorienza della disponente rispetto al termine finale di durata è esente dall’imposta sulle donazioni e sconta le ipocatastali in misura fissa in quanto si limita al conferimento di beni, senza contestuali effetti traslativi.
disponibile in area riservata
10-11-2021Tribunale Firenze - 8 novembre 2021
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento di beni immobili in un trust familiare posto in essere dal disponente, fideiussore di due società verso un istituto di credito, successivamente al rilascio delle fideiussioni: sussiste l’eventus damni per non avere il disponente dimostrato di essere rimasto in possesso di beni capienti rispetto alle ragioni creditorie, mentre la scientia damni in capo al disponente si desume per essere questi parente del socio accomandatario di una delle debitrici principali e titolare dell’altra; sussiste anche la participatio fraudis delle beneficiarie, figlie del disponente.
disponibile in area riservata
05-11-2021Corte Suprema di Cassazione, VI sezione civile n.30105 - 26 ottobre 2021
Il conferimento di beni in un trust familiare (trustee è la madre, disponenti e beneficiari i due figli) è esente dall’imposta sulle successioni e donazioni in quanto atto fiscalmente neutro, giacché meramente attuativo degli scopi di segregazione ed apposizione del vincolo.
disponibile in area riservata
04-11-2021Corte Suprema di Cassazione, VI sezione civile ordinanza n. 30430 – 28 ottobre 2021

Il conferimento di beni in trust è esente dall’imposta sulle successioni e donazioni in quanto non comporta alcuna attribuzione definitiva ma solo una disponibilità transitoria in attesa del ritrasferimento dei beni agli effettivi beneficiari.

disponibile in area riservata
04-11-2021Corte Suprema di Cassazione,  I sezione penale n. 38920 – 28 ottobre 2021
Rispondono di bancarotta fraudolenta i due soci illimitatamente responsabili di una s.n.c. – coniugi – i quali abbiano conferito in un trust, istituito in tempi non molto antecedenti la presentazione della domanda di concordato preventivo e comunque quando la crisi aziendale era già manifesta, gli immobili personali (tra cui la casa di abitazione), essendo costoro consapevoli di sottrarre i beni alla garanzia dei creditori.
disponibile in area riservata
03-11-2021Tribunale Roma - 28 ottobre 2021

In un giudizio di convalida di sfratto per morosità è correttamente convenuto il disponente di un trust autodichiarato nel cui fondo è incluso il contratto di locazione del giudizio, in quanto, essendo il disponente anche trustee, è l’unico soggetto titolare dei diritti conferiti in trust.
È nullo il trust caratterizzato dalla coincidenza tra disponente, trustee e beneficiario.

disponibile in area riservata
28-10-2021Tribunale Velletri - 26 ottobre 2021
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. l’istituzione di un trust familiare autodichiarato avente a oggetto vari immobili e posto in essere dalla disponente, fideiussore della s.r.l. debitrice principale nei confronti dell’istituto di credito agente in revocatoria, successivamente al rilascio della fideiussione: l’eventus damni sussiste per non avere la disponente dimostrato il proprio residuo patrimonio fosse capace di soddisfare le ragioni creditorie, mentre la scientia damni in capo alla disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita del trust, si desume dal fatto che la disponente ricopriva cariche negli organi sociali della debitrice principale e all’epoca dell’istituzione del trust la situazione debitoria della debitrice principale era conclamata.
disponibile in area riservata
Altre pagine:
03-12-2021Trust senza rilievo fiscale in caso di limiti dal disponente
Il Sole 24 Ore - giovedì 2 dicembre 2021
09-11-2021Banca d’Italia - 28 ottobre 2021
Disposizioni di vigilanza della Banca d’Italia in materia di “Informazioni e documenti da trasmettere alla Banca d’Italia nell’istanza di autorizzazione all’acquisto di una partecipazione qualificata” (Operazioni di acquisto di una partecipazione qualificata realizzata per il tramite di un trust pag. 22 e ss.)
09-11-2021I Trust potranno essere soci importanti
Italia Oggi - martedì 9 novembre 2021
08-11-2021Fornitore in stato di liquidazione: il destinatario "non può non sapere"
Il Sole 24 ore - lunedì 8 novembre 2021
21-10-2021Trust a favore di incapaci a basso rischio riciclaggio
Italia Oggi - giovedì 21 ottobre 2021
14-10-2021Con l’arrivo della minimum tax via le tasse digitali dal 2024
Il Sole 24 Ore - giovedì 14 ottobre 2021
14-10-2021Le liste punti fermi nelle contestazioni di Fisco e procure
Il Sole 24 Ore - giovedì 14 ottobre 2021
14-10-2021Pandora Papers, la Svizzera crocevia verso i paradisi fiscali
Il Sole 24 Ore - giovedì 14 ottobre 2021
09-10-2021D'obbligo il monitoraggio del trust estero anche con la fiduciaria
Il Sole 24 Ore - sabato 9 ottobre 2021
08-10-2021Nella tassazone del trust va chiarito il trattamento per il terzo apportatore
Il Sole 24 ore - venerdì 8 ottobre 2021
20-09-2021Il Fisco punisce i patti di famiglia: limiti all’esenzione d’imposta
Il Sole 24 Ore - lunedì 20 settembre 2021
09-09-2021Cfc, per le cessioni a terzi niente passive income 
Il Sole 24 Ore - giovedì 9 settembre 2021
31-08-2021Le donazioni di azienda non intaccano il plafond di esenzione
Il Sole 24 Ore - martedì, 31 agosto 2021
30-08-2021Trust, la tassazione è invertita
Italia Oggi - lunedì, 30 agosto 2021
30-08-2021Chi si era adeguato alla linea del Fisco non deve pagare due volte
Il Sole 24 ore - lunedì 30 agosto 2021
Altre pagine: