05-12-2019Tribunale Piacenza, verbale - 28 novembre 2019
Il beneficiario non è legittimato a prendere parte al giudizio qualora non sia titolare di diritti attuali sui beni in trust.
disponibile in area riservata
05-12-2019Corte Suprema di Cassazione, III sezione civile ordinanza n. 31069 - 28 novembre 2019
Ai fini dell’azione revocatoria il conferimento in un trust familiare ha natura gratuita. L’anteriorità della presentazione della domanda di concordato preventivo rispetto al conferimento in trust dimostra l’anteriorità rispetto al medesimo conferimento del credito derivante dalla mala gestio dell’amministratore disponente. Il conferimento in trust posto in essere dall’amministratore di una s.p.a. - poi fallita - convenuto in giudizio per mala gestio lede l’interesse del fallimento agente in revocatoria a prescindere dall’esistenza delle condizioni per l’azione di responsabilità di cui all’art. 2394 cod. civ.
disponibile in area riservata
05-12-2019Tribunale Civitavecchia - 20 novembre 2019
La coincidenza delle figure di disponente e trustee in capo alla medesima persona non vale di per sé a rendere il trust illecito, essendo anche il trust autodichiarato riconosciuto nel nostro ordinamento. Il trust familiare la cui causa concreta consista nella costituzione di un patrimonio separato destinato al soddisfacimento delle esigenze abitative delle mogli e dei figli dei disponenti persegue una finalità lecita, così che la sottrazione dei beni alle pretese dei creditori dei disponenti non è il motivo unico o essenziale del trust. È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il trust familiare autodichiarato istituito dal disponente, socio accomandatario della s.a.s. debitrice - posta in liquidazione - e dunque responsabile con tutto il proprio patrimonio, successivamente alla sentenza di accertamento del credito: la scientia damni in capo al disponente si desume dall’epoca del sorgere del credito (risalente al momento della cessazione del rapporto di lavoro del creditore agente in revocatoria con la s.a.s.), mentre l’eventus damni sussiste per non avere il disponente indicato altri beni sui quali il creditore potrebbe rivalersi.
disponibile in area riservata
05-12-2019Corte d’Appello Ancona - 24 ottobre 2019
(in Pluris) Il trustee è legittimato ad impugnare la sentenza che dispone la revoca del conferimento in trust e l’inefficacia del relativo atto istitutivo, in quanto esso gestisce il patrimonio segregato ed ha quindi capacità ed interesse al mantenimento e alla validità dell’atto istitutivo del trust medesimo. La sentenza che dispone la revoca del conferimento in trust va parzialmente riformata nella parte in cui dichiara l’inefficacia anche dell’atto di istituzione del trust, considerato che il creditore agente in revocatoria aveva chiesto la dichiarazione di inefficacia dell'atto di disposizione pregiudizievole per il soddisfacimento del suo credito.
disponibile in area riservata
05-12-2019Commissione Tributaria Regionale Lombardia, Milano - 22 ottobre 2019
(in Pluris) Il conferimento di beni immobili in un trust familiare avente quale beneficiario vitalizio l'istituente e quali beneficiari finali i suoi discendenti è esente dall’imposta di donazione, in quanto non produce un effetto traslativo immediato, e sconta le imposte ipotecarie e catastali in misura fissa, in quanto gli atti soggetti a trascrizione, ma non produttivi di effetti traslativi definitivi, postulano l'applicazione di dette imposte in misura fissa.
disponibile in area riservata
05-12-2019Commissione Tributaria Regionale Lombardia, Milano - 10 ottobre 2019
(in Pluris) È legittimo l’avviso di liquidazione ove venga riportata solo la denominazione del trust, qualora l’atto sia stato notificato anche al trustee, peraltro individuato nella prima pagina dell'avviso. Il conferimento di beni in un trust familiare avente quale beneficiario finale il nipote e figlio dei disponenti sconta l’imposta di successione e donazione e le imposte ipotecarie e catastali in misura proporzionale in quanto realizza un effettivo trasferimento di beni con conseguente arricchimento del beneficiario finale.
disponibile in area riservata
05-12-2019Tribunale Parma, ordinanza - 27 settembre 2019
(in Pluris) Ha diritto di procedere esecutivamente sui beni conferiti in trust, notificando il pignoramento sia al disponente debitore sia al trustee, il creditore che abbia iscritto ipoteca anteriormente alla trascrizione del conferimento in trust.
disponibile in area riservata
02-12-2019Corte Suprema di Cassazione, VI sezione civile ordinanza n. 30821 - 26 novembre 2019
Il conferimento di beni immobili in un trust familiare sconta le imposte ipotecarie e catastali in misura fissa in quanto non comporta alcuna attribuzione definitiva ma solo una disponibilità transitoria in attesa del ritrasferimento dei beni agli effettivi beneficiari (i figli del disponente).
disponibile in area riservata
02-12-2019Corte Suprema di Cassazione , VI sezione civile ordinanza n. 30816 - 26 novembre 2019
Il conferimento di beni immobili in un trust familiare sconta le imposte ipotecarie e catastali in misura fissa in quanto il trasferimento al trustee è temporaneo e limitato. Il definitivo trasferimento di ricchezza rilevante quale indice di capacità contributiva in relazione al quale sono pretendibili le imposte proporzionali si verifica solo al momento del trasferimento finale ai beneficiari.
disponibile in area riservata
28-11-2019Corte Suprema di Cassazione, III sezione penale n. 47558 - 22 novembre 2019
Sono suscettibili di sequestro preventivo i beni che il legale rappresentante di una s.p.a. – indagato per omesso versamento di imposte dovute dalla società – abbia conferito in un trust istituito al solo scopo di far venir meno le garanzie patrimoniali della società, come desumibile dall’esistenza di vincoli di stretta familiarità tra il disponente e il beneficiario del trust (figlio del disponente), dal fatto che alcuni dei beni in trust risultano ancora nella materiale disponibilità del disponente in quanto usufruttuario degli stessi, dal fatto che il trustee sia persona di fiducia del disponente nonché presidente del collegio sindacale della società e quindi ben conosceva la situazione debitoria della società e l’effetto depauperativo del conferimento dei beni in trust, dalla circostanza che l’evidenza della crisi d’impresa fosse anteriore di due anni all’istituzione del trust.
disponibile in area riservata
28-11-2019Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile n.29642 - 14 novembre 2019
È validamente perfezionata la notifica dell'avviso di accertamento al trustee eseguita a mezzo del servizio postale nel luogo dichiarato dal trustee come domicilio e seguita, non essendo stato rinvenuto il trustee nel domicilio, dall’invio allo stesso trustee della raccomandata informativa. Il conferimento in trust è soggetto all’imposta di registro - applicabile ratione temporis - in misura fissa, ex art. 11 della Tariffa, parte prima, allegata al D.P.R. n. 131 del 1986, in quanto non realizza un trasferimento definitivo di beni e diritti al beneficiario. Non si applica l’aliquota prevista, in tema di imposta di registro, per i trasferimenti di immobili di interesse storico, artistico o archeologico soggetti al vincolo di cui alla I. n. 1089 del 1939, qualora, in sede di registrazione dell’atto di conferimento, manchi tanto la trascrizione del vincolo storico-artistico quanto l'attestazione amministrativa di pendenza della procedura per la sottoposizione al detto vincolo.
disponibile in area riservata
28-11-2019Corte d’Appello Venezia - 7 novembre 2019
Il trustee cessionario di un credito portato da cambiali non onorate è legittimato a presentare istanza di fallimento del debitore
disponibile in area riservata
28-11-2019Tribunale Palermo - 4 novembre 2019
È risolubile per inadempimento - in quanto l’immobile locato non è conforme all’uso convenuto - il contratto di locazione stipulato dal trustee locatore.
disponibile in area riservata
19-11-2019Tribunale di Trieste, 29 ottobre 2019
Il foro indicato come esclusivo nel contratto normativo stipulato tra due società – una delle quali disponente di un trust liquidatorio – attrae la domanda pregiudiziale di dichiarazione di nullità di tale trust, esperita dalla società non disponente, che ha agito in via principale per sentir dichiarare che nulla deve alla disponente in forza del suddetto contratto normativo. In assenza del trustee (deceduto), il guardiano è fornito di legittimazione processuale passiva qualora ad esso facciano capo poteri sostanziali, come il potere di sostituirsi ai soggetti che non possono esercitare i poteri loro conferiti e di farsi carico dell’amministrazione provvisoria del trust in assenza del trustee, sostituendolo in tutte le funzioni. Un trust non è riconoscibile qualora non vi sia modo di sapere (per non essere stato prodotto in giudizio l’atto di conferimento) se e quali beni vi siano stati conferiti, non valendo a tal fine espressioni generiche contenute nelle premesse dell’atto istitutivo. Non è riconoscibile il trust liquidatorio che sia stato istituito da una società all’epoca in cui questa versava in un momento di grave crisi (l’ultimo bilancio di esercizio – attestante rilevanti perdite e deficit – approvato dall’assemblea dei soci risaliva a quasi quattro anni prima della istituzione del trust) e al quale non abbia fatto seguito alcuna attività liquidatoria, essendosi piuttosto dato luogo alla cancellazione della disponente dal registro delle imprese.
disponibile in area riservata
15-11-2019Commissione Tributaria Regionale Lombardia - 28 ottobre 2019
Il conferimento di beni immobili in un trust familiare sconta le imposte ipocatastali in misura fissa ed è esente dall’imposta di donazione, in quanto non realizza un trasferimento effettivo di ricchezza mediante una stabile attribuzione patrimoniale, essendo siffatto trasferimento riscontrabile soltanto nell’atto di eventuale attribuzione finale dei beni in trust al beneficiario.
disponibile in area riservata
Altre pagine:
02-12-2019Trust, assedio al Fisco per escludere il prelievo
Il Sole 24 Ore - lunedì 2 dicembre 2019
27-11-2019"Dopo di noi", Casa Partina è diventata realtà
La Nazione - martedì 26 novembre 2019
25-11-2019Aperta al pubblico la Sezione speciale con tutti i dati
Il Sole 24 Ore - lunedì 25 novembre 2019
15-11-2019Sono redditi di capitale le somme erogate da trust di paradisi fiscali
Il Sole 24 Ore - venerdì 15 novembre 2019
15-11-2019Rassegna stampa Associazione Il trust in Italia
Conferenza stampa Senato

Senato della Repubblica, Sala Caduti di Nassyria
12 Novembre 2019

Conferenza stampa sul Disegno di Legge 1452 del 5 agosto 2019 "Disposizioni sul negozio di affidamento fiduciario: una nuova proposta". Interventi della Senatrice Alessandra Riccardi, del Prof. Nicolò Lipari e del Prof. Maurizio Lupoi.

12-11-2019Fondo patrimoniale, è ammessa l’azione revocatoria
Il Sole 24 Ore - martedì 12 novembre 2019
10-11-2019Allarme Blockchain, 5g e IoT: "Serve il controllo umano"
Il Sole 24 Ore - domenica 10 novembre 2019
09-11-2019Ex Ilva, a Jersey il tesoro di Mittal, l’uomo che deciderà il futuro di Taranto
Il Sole 24 Ore - sabato 9 novembre 2019
08-11-2019FAFT - 24 ottobre 2019
"Best practices" in tema di titolarità effettiva delle persone giuridiche (trust pag. 34 e ss.)
28-10-2019Trust in paradisi fiscali, proventi tassati per cassa
Il Sole 24 Ore - lunedì 28 ottobre 2019
25-10-2019Restutuisce l'eredità da 1,7 milioni
Il Giornale di Vicenza - venerdì 25 ottobre 2019
22-10-2019Il trust per cedere beni agli eredi non è un patto successorio
Il Sole 24 Ore - martedì 22 ottobre 2019
17-10-2019Patrimoni esteri: ultima chiamata
Professione Finanza - giovedì 17 ottobre 2019
12-10-2019Il trust nato per la beneficenza sconta l'imposta proporzionale 
Il Sole 24 ore - sabato 12 ottobre 2019
10-10-2019Decreto fisco, M5s: "Ci sarà la stretta sui grandi evasori. Pene fino a 8 anni". Nel testo anche la confisca per chi compie reati tributari
Il Fatto quotidiano - giovedì 10 ottobre 2019
Altre pagine: